Roma La Sapienza 31.05 - Programma della Notte Bianca del Global Change

E-mail Print PDF

::31 Maggio 2012:: Città universitaria, P.Le Aldo Moro >> ★♫ La Notte Bianca del Global Change ♫ ★ << La Sapienza in mobilitazione organizza la quinta edizione della Notte Bianca della Sapienza, una giornata di produzione culturale indipendnete, di riappropiazione degli spazi, di socialità liberata a sostegno delle spese legali del movimento.

Una Notte bianca che apre la città universitaria alla metropoli dalle 18 per tutta la notte,costruiremo una grande giornata di indipendenza, autonomia e raccolta fondi a sostegno delle spese legali dei tanti studenti denunciati per le mobilitazioni di questo anno, con iniziative autogestite e indipendenti che quotidianamente si moltiplicano nelle facoltà, con i seminari e con le attività ludiche che creiamo collettivamente.

4 SOUND tanti dibattiti, proiezioni, spazi espositivi e stand di comunicazione: quattro piazze dentro la città universitaria, rinominate a partire da quello che i movimenti Occupy europei e non solo, hanno espresso in termini di immaginario e di conflitto.

:: Facoltà di Lettere -

:: Piazzale di Chimica -

:: Piazzale di Fisica -

:: Pratone del rettorato -

31 Maggio

Notte bianca del Global Change

Accadde una notte d'inverno di qualche anno fa, e la chiamammo Notte Bianca. Quest'anno inaugura l'estate.  L’ultimo giorno di Maggio  l'università spalanca le porte a una lunga notte di sperimentazione culturale, di condivisione e di partecipazione. Torna l'estate,  un'invincibile estate sotto il cielo che sovrasta la Sapienza.

Un anno incessante di lotte ha animato non solo l’università ma anche l'intera città di Roma, che oggi vive di nuove relazioni, prospettive e progetti comuni: la Notte Bianca è uno di questi, una sperimentazione che parte dalle realtà e dai collettivi di studenti che quotidianamente vivono ed animano l’università e le lotte che in questi anni l’hanno attraversata. La Notte Bianca è un progetto che ormai da anni si confronta e cerca di sviluppare un discorso concreto e qualificante sul tema della produzione culturale indipendente; è un esperimento che nasce dell'esigenza di trasformare e accrescere le molteplici possibilità che l'università offre come luogo sociale e di produzione artistica.

Il tema della produzione culturale è ormai percepito dalle dirigenze accademiche della Sapienza sempre più come un'eccedenza da tagliare, un costo inutile da limitare. L'università italiana si è caratterizzata in questi ultimi anni come un luogo nel quale la socialità, che porta a nuove sperimentazioni culturali, viene classificata come un tema avverso ed esterno alla quotidianità accademica, fatta di lezioni continue ed esami. Questa è la logica che ci vorrebbero imporre, e questa è la logica che noi studenti tutti i giorni cerchiamo di capovolgere: non esiste cultura se non la si immagina come uno strumento finalizzato al benessere degli umani, produrre conoscenza senza fine significa produrre gravi errori.

Un'iniziativa come la Notte Bianca è essenzialmente questo: produzione culturale di alta qualità inserita in un contesto sociale, dove la produzione non è finalizzata alla semplice "fabbricazione", ma ha una direzione, un senso, un'idea da perseguire senza cadere nel tranello relativista dell'assenza di giudizio qualitativo.  La nostra produzione culturale, insomma, parteggia, non è neutra!

Proprio in questo senso la “Notte bianca” è una sperimentazione che irrompe sulla scena culturale non soltanto universitaria, ma anche cittadina, e colma il vuoto e la desertificazione a cui l'università va incontro. Ogni anno migliaia di persone sono attratte da questa giornata, decine di artisti della scena culturale indipendente romana e non solo contribuiscono e collaborano alla manifestazione. E' un progetto totalmente autofinanziato che prende corpo dall'intreccio di esperienze di lotta e di autogestione. La qualità delle performance, dei dibattiti, delle proiezioni e dei concerti che si moltiplicano nei giardini e nelle facoltà della città universitaria sono inoltre manifestazioni culturali di gran lunga più qualificanti dei progetti che l'Università La Sapienza promuove ogni anno, con dei finanziamenti indubbiamente elevati e che spesso risultano di scadente qualità, scarsa attrattiva e per un pubblico ristretto.

Quest'anno la giornata prende il nome di “Notte Bianca del Global Change”, perché le nostre lotte parlano lo stesso linguaggio di quelle che in questi mesi sono scoppiate ovunque, dagli Stati Uniti alla Grecia, passando per la Spagna, il Cile, il Quebec.

Ovunque nel mondo abbiamo invaso le piazze e occupato i luoghi simbolo del capitalismo finanziario contro quell’1% che non solo questa crisi l’ha provocata, ma che da questa crisi continua a fare profitti.

Ovunque nel mondo ci siamo riconosciuti in quel 99% che non vuole pagare la crisi, che non accetta il ricatto del debito e dell’austerity, che lotta per riappropriarsi e riconquistare i beni comuni, che difende l’istruzione e il libero accesso ai saperi, che rivendica nuovi diritti e difende il lavoro, che reclama e conquista  nuove forme di welfare.

Ovunque nel mondo la risposta è stata un restringimento sempre più forte del dissenso e un pesante tentativo di reprimere e delegittimare i movimenti, attraverso numerose denunce e arresti.  Difendiamo il diritto al dissenso, difendiamo le nostre lotte. I ricavati delle sottoscrizioni finanzieranno le spese legali, che garantiscono la difesa degli studenti denunciati nelle nostre mobilitazioni.

Ancora una notte bianca sotto il fitto blu del cielo della Sapienza, ancora una volta apriremo gli spazi universitari alla città, in questa notte inizieremo una nuova estate, la notte dei movimenti, la notte delle lotte, la notte del Global Change.

31 Maggio – Città Universitaria – P.le Aldo Moro

Sapienza in mobilitazione

 

★ ★ PROGRAMMA ★ ★

@Pratone Città Universitaria - CIAO

★ h22.30 >> CONCERTO :>>

- 33 ORE

- LO STATO SOCIALE- http://www.lostatosociale.it/

★ a seguire MA DE KE SOUND ♫stile da frasketta dei castelli romani♫

_________________________________________________________

@ PIAZZALE DI CHIMICA - Occupy Oakland

★ TECHNO

CROMEDROP LIVE AND DJ SET (http://www.facebook.com/cromedrop)

LINE UP:

- LAOWAI - dj set

- MASTERINFREEMUZIK - live set

- MUTTLEY - live set

- QUETZAL - dj set

- TOMZ.DB VS TIBURON & CAPTAIN - live set (electronics and electric guitar)

VISUALS:

- GIULZ

- SKENE'

__________________________________________________________

@ PIAZZALE DI FISICA - Occupy Wall Street

★ REGGAE

DANCEHALL LINE UP:

- SHOTTYFAYA da Catanzaro

- STRICTLY ROCKERS FEAT. SISTA TAHNE'

- MASTAFIRE

_________________________________________________________

@ LETTERE - Piazza Syntagma

Aula 6 – Facoltà di Lettere ore 17.00

- L’ARTE CONTEMPORANEA TRA MUSEI E FORMAZIONE

Cornelia Lauf

ARTE E POLITICA. 7. BERLIN BIENNALE

Salvatore Lacagnina, Pascal Janovjak, Teresa Macrì

 

ore 18.15

- Dibattito

Saranno presenti al dibattito coloro che hanno collaborato a questo numero di P/act for Art tra cui: Carla Subrizi, Sylvia Fanti, Davide Sacco, Guelfo Carbone, Augusto Illuminati, Miltos Manetas.

 

ore 20.00

- Autof Radio live: post Blockupy Frankfurt

 

ore 22.00

★ LA CANTINA DEL ROCK - WOLFMAN BOB DJ SET

 

Punk- r'n'r'-blues-garage-surf

 

★ TORETTA STILE

-LUZY L & CORRY X - dj set

Beat, Soul, Exotica, New Wave'n'Electropop, Trash

__________________________________________________________

// SAPIENZA IN MOBILITAZIONE //

Il ricavato della notte bianca servirà per le spese legali degli studenti denunciati durante le giornate di mobilitazione.

Evento facebook

vai al blog

solidarityaction.istitutosvizzero

 

Su Repubblica.it

 

 

 

 

 

Last Updated ( Sunday, 03 June 2012 15:49 )