Milano: Rifugiati politici, tra dignità e rivolta a Mediazione Culturale

E-mail Print PDF

Incontro all'università sui rifugiati politici, mercoledì 6 maggio Università degli studi di Milano - Polo di mediazione linguistica e culturale, Sesto San Giovanni ,p.zza Indro Montanelli (M1 Sesto Marelli - Milano)


Pochi giorni fa a Milano è scoppiato per l'ennesima volta "il caso rifugiati": uno stabile abbandonato a Bruzzano viene occupato da centinaia di persone provenienti dal corno d' Africa. La risposta del Comune di Milano è la totale assenza di politiche di integrazione sociale, l'unica proposta effettiva dopo giorni di protesta sono pochi mesi di dormitorio. Non è la prima volta che Milano si vede costretta ad affrontare questa situazione, ciclicamente si presenta il "problema rifugiati": via Lecco, lo Scalo di P.ta Romana e adesso Via Senigallia... perchè l'amministrazione cittadina continua da anni ormai a negare i diritti che sono stati stabiliti dalla convenzione di Ginevra e che il nostro paese dovrebbe rispettare. Come è possibile che vengano attivati percorsi di accoglienza solo dopo giorni e giorni di lotta da parte dei rifugiati? Come è possibile che l'Unione Europea stanzi milioni di euro per garantire questi diritti e vengano spesi solo nel momento dell'emergenze e non con programmi continuativi?

Un momento di approfondimento e riflessione sulle politiche italiane e internazionali nei confronti dei migranti, perchè i diritti vanno garantiti subito.

 


Intervengono:

> Gianfranco Schiavone, responsabile del settore rifugiati del Consorzio Italiano di Solidarietà intervento sull'accoglienza dei rifugiati politici e dei richiedenti asilo

> Livio Neri, presidente ASGI, intervento sul diritto alla protezione

> Paolo Oddi, avvocato ASGI Milano

> Gianluca Vitale, avvocato ASGI Torino

> Comitato di solidarietà con rifugiati e migranti, Torino

> Rifugiati politici di Milano

 

Per info: www.cantiere.org

 

Last Updated ( Tuesday, 05 May 2009 23:46 )